Nel 1906, in un angolo del quartiere Esquilino, in pieno centro di Roma, nasceva la Biscotteria Cipriani. Oggi, la tradizione ultracentenaria e la professionalità della famiglia Cipriani, fa di questo negozio, da 4 generazioni, un vero punto di riferimento per i golosi di tutta Roma. Una visita è d’obbligo, soprattutto se siete stanchi dei vari “mulini bianchi”…

Oltre alla classica pasticceria da tè e ai tradizionali biscotti da latte, troverete innumerevoli prodotti,adatti ad ogni esigenza, dalle torte, alle ciambelline, dalle fette biscottate (da provare quelle al miele) alla linea di dolci natalizi. Anche chi è a dieta o ha problemi di intolleranze alimentari può soddisfare le sue voglie con la linea di prodotti integrali e senza latte.

Personalmente vi consiglio le ciambelline all’anice…veramente deliziose.

Ecco una serie di proverbi legati al mondo gastronomico: Read the rest of this entry »

Si tratta di un brodo di pesce molto ristretto, un vero concentrato di sapori, particolarmente indicato per cuocere i filetti di pesce. Ecco come si prepara. Mettete in una casseruola una cipolla, una carota, un porro e una costa di sedano affettati, un mazzetto composto di timo, prezzemolo e alloro, qualche grano di pepe e alcune carcasse di pesce (potete utilizzare quelle da cui avete ricavato i filetti). Se l’avete unite anche qualche guscio di gambero o di scampo. Coprite di acqua, salate leggermente e fate sobbollire per 15 minuti; aggiungete la stessa quantità di vino bianco e cuocete per altri 15 minuti dal momento dell’ebollizione. La cottura non va prolungata troppo perché le lische di pesce potrebbero dare un gusto amaro. Alla fine filtrate il fumetto attraverso un colino a maglie fitte schiacciando gli ingredienti con un cucchiaio.

Preparare del buon sushi da soli è molto semplice.Il primo passaggio da fare è quello di lavare accuratamente il riso con dell’acqua messo in una pentola dove poi andremo a cuocerlo. Read the rest of this entry »

Code di gamberone rosso di Gallipoli su insalata di cipolla rossa di Tropea e mostarda di clementine. Ingredienti del Sud Italia per un piatto di alta cucina. È una ricetta proposta da Andrea Serravezza, Chef di Torre del Parco e dell’annessa sala ricevimenti a Lecce. Ciò che caratterizza la ricetta sono  una buona marinatura dei gamberi e la particolare cottura della cipolla che prevede la bollitura in acqua salata con aceto di mele, che, grazie al suo retrogusto forte, ben si lega al sapore agrodolce della cipolla. L’aceto di mele ha ancora poca diffusione sulle nostre tavole, ma oltre ad essere gustoso, ha anche delle proprietà benefiche. Read the rest of this entry »

“Per valorizzare l’olio d’oliva il modo migliore è promuoverlo nei luoghi dove l’enogastronomia di qualità è di casa”.

E’ così è nato l’evento “Oltre il Torchio” per la degustazione dell’olio d’oliva. Un evento in cui s’impara senza dover “stare a lezione”, e poi degustare ottimi oli e mettere in pratica nel modo più piacevole possibile. Tra gli organizzatori dell’evento c’è Sergio Scorza, uno dei maggiori olivicoltori d’Italia e originario di Nardò. Read the rest of this entry »

Fin da bambino mi è sempre piaciuto cucinare, i miei studi però, mi hanno portato a lavorare in un altro campo, dove comunque mi sono realizzato.
Mi è rimasto comunque sempre il cruccio di saper cucinare bene, saper usare bene e in diversi modi un sacco di ingredienti base, quindi cercato vari libri di cucina, ma nessuno svelava segreti o era abbastanza approfondito da realizzare le mie aspettative.
Per caso, girovagando su internet, un giorno mi sono imbattuto in un pop-up pubblicizzante la scuola per Chef Maisazi e ho dato un’occhiata generale alla loro pagina, ho trovato l’offerta allettante e ho deciso di fare un corso per cercare di migliorare le mie capacità culinarie. Read the rest of this entry »

Creare piatti raffinati, soddisfare il palato dei clienti ed inventare nuove ricette per uno chef non è possibile senza un’attenta scelta delle materie prima. In cucina, per materie prime si intendono tutti gli ingredienti base che permettono, attraverso la loro successiva lavorazione e trasformazione, di creare la pietanza finita. Sia i piatti della tradizione, che la cucina più innovativa, i piatti più semplici e quelli più elaborati, richiedono materie prime di qualità e, quindi, è assolutamente necessaria una conoscenza approfondita di ogni singolo ingrediente.

La tecnica, infatti, non basta: materie prime di ottima qualità sono il primo passo per cucinare piatti sicuramente apprezzati, una regola semplice e conosciuta, suggerita anche dai nostri nonni, che diventa però la chiave per offrire pietanze di successo. E’ importante, quindi, conoscere per ogni tipologia di ingredienti le diverse modalità di produzione, il processo della filiera, la provenienza e la tracciabilità. Read the rest of this entry »

Divenire chef di ristorante non è semplice, il talento non è sufficiente, ma serve una valida preparazione. Tra i tanti corsi per chef meritano particolare interesse quelli di maisazi.it, una scuola di cucina per professionisti del settore, che organizza corsi anche per semplici appassionati. La scuola si trova a Lonigo, in provincia di Vicenza, e dispone di una propria struttura e di attrezzature moderne che mette a disposizione dei suoi allievi provenienti da tutte le zone di italia. Read the rest of this entry »

Uno dei nomi più conosciuti nel settore della formazione professionale per chef, la scuola di cucina di Maisazi offre un ampia gamma di corsi per professionisti e non solo.
La scuola infatti dedica le ore diurne ai corsi per chef, ed altre figure professionali e le ore serali ed i week end a speciali programmi di apprendimento dedicati agli appassionati di cucina che vogliano approfondire tecniche e conoscenze basilari.
Infine, all’offerta formativa la scuola affianca una serie di eventi ed iniziative sempre dedicati all’universo della gastronomia, un libro di cucina e l’esclusivo Fra Chef, il servizio di cucina a domicilio dello chef della scuola Francesco de Francesco pronto a cucinare, insieme al suo team, su richiesta in ogni parte d’Italia. Read the rest of this entry »